Anatomia

Tessuto nervoso

Il tessuto nervoso è formato dai neuroni (cellule eccitabili) e da cellule non eccitabili, che nel loro insieme costituiscono la neuroglia (o nevroglia, vedi cellule della glia) con funzioni di sostegno, nutrizione, di facilitazione nella conduzione dell’impulso nervoso. Il tessuto nervoso si trova nel cervello, nel midollo spinale e nei nervi. È responsabile del coordinamento …

Tessuto nervoso Leggi altro »

Anatomia

L’anatomia (dal greco ἀνατομή, anatomē, “dissezione”, da ἀνατέμνω anatémnō “taglio, apro” da ἀνά aná “su”, e τέμνω témnō “taglio”) è la branca della Biologia che si occupa dello studio della struttura degli organismi e delle loro parti (lo studio della forma negli animali, nelle piante e in altri organismi, o specificamente nell’uomo). Semplicemente, lo studio …

Anatomia Leggi altro »

Aborale

In Anatomia, con il termine aborale (letteralmente «che sta lontano dalla bocca»: parola composta, di origine latina, derivata da ab → da e os, oris → bocca; il suo contrario è adorale o, semplicemente, orale) si indica la direzione o la posizione opposta a quella della bocca, il polo opposto al polo orale: parlando di …

Aborale Leggi altro »

Muscolo

Con il termine muscolo (dal latino musculus) si identifica un organo composto in prevalenza da tessuto muscolare, composto da fibre specifiche (dette fibre muscolari, dotate di capacità contrattile), le quali sono classificate in fibre bianche, ossia quelle a contrazione rapida che garantiscono velocità, e fibre rosse, fibre specializzate in contrazione lenta garantendo resistenza. All’interno del …

Muscolo Leggi altro »

Tessuto cartilagineo (cartilagine)

La cartilagine è una forma specializzata di tessuto connettivo, con funzioni di sostegno e di protezione. Forma lo scheletro dei Vertebrati durante la vita embrionale ed è sostituita nell’individuo adulto dal tessuto osseo. Fanno eccezione i pesci cartilaginei (Condroitti), nei quali anche durante la vita adulta è presente uno scheletro cartilagineo, quasi del tutto calcificato. Elementi istologici del …

Tessuto cartilagineo (cartilagine) Leggi altro »

Condroblasto

I condroblasti sono cellule deputate alla costruzione del tessuto cartilagineo. Possono avere origine dalle cellule mesenchimali presenti nei centri di formazione della cartilagine, o dalle cellule condrogeniche dello strato interno del pericondrio e sono in grado di dividersi e sintetizzare i vari costituenti della sostanza fondamentale. I condroblasti sono cellule globose, con nuclei piccoli e citoplasma basofilo …

Condroblasto Leggi altro »

Giunzione cellulare

Le giunzioni cellulari servono a mantenere l’adesione tra le cellule dell’epitelio o tra le cellule e la matrice, e possono essere di due tipi:  Adesione tramite proteine di membrana specifiche (specie della famiglia delle immunoglobuline: ICAM Molecole di Adesione Intercellulare, NCAM neuronali, ECAM epiteliali, JAM giunzionali, VCAM vascolari, PECAM endoteliale-piastriniche); Adesione tramite aree specializzate della membrana cellulare (giunzioni intercellulari). Le giunzioni cellulari …

Giunzione cellulare Leggi altro »

Leucocita (globulo bianco)

I globuli bianchi, anche detti leucociti, i sono cellule del sistema immunitario con funzione di difesa dell’organismo da microrganismi patogeni o corpi estranei che penetrano attraverso la cute o le mucose. I globuli bianchi si trovano nel sangue e si distinguono in sei sottogruppi, con funzioni precise: eosinofili, basofili, neutrofili, monociti, linfociti e cellule dendritiche. …

Leucocita (globulo bianco) Leggi altro »

Linfonodo

I linfonodi, in condizioni normali, sono piccoli organi ovoidali distribuiti lungo i vasi linfatici. Il linfonodo è circondato da tessuto connettivo denso capsulare che invia brevi sepimenti che si addentrano nel parenchima linfonodale e, anche se di grosse dimensioni, sono corti e molto raramente arrivano a lambire la midollare. Il parenchima è costituito da accumuli …

Linfonodo Leggi altro »

Sistema immunitario

Il sistema immunitario è un insieme di cellule, ossia i globuli bianchi (o leucociti), e di strutture molto complesse deputate a difendere l’organismo da qualsiasi forma di attacco esterno o interno che può mettere a rischio la sua integrità. Il sistema di difesa dell’orga­nismo è capace di distinguere le sostanze non pericolose che possono essere preservate da quelle nocive, …

Sistema immunitario Leggi altro »

Timo (anatomia)

Il timo è un organo del corpo umano situato davanti ai grossi vasi del cuore. È estremamente attivo durante l’infanzia; a partire dalla pubertà va incontro ad un processo di regressione che comporta una sostituzione dell’ordinata morfologia descritta con un’organizzazione via via più confusa, ricca di tessuto connettivo e tessuto adiposo. Nell’individuo adulto il timo si riduce …

Timo (anatomia) Leggi altro »

Mesentere

In Anatomia umana, il mesentere (o mesenterio) è un organo che, a partire dalla parete addominale posteriore, si connette all’intestino mesenteriale (digiuno ed ileo). In Zoologia, un mesentere è una membrana all’interno della cavità corporea di un animale. Il termine identifica diverse strutture in diversi phyla: nei vertebrati è una doppia piega del peritoneo che …

Mesentere Leggi altro »

Tunnel carpale

In Anatomia umana, il tunnel carpale, anche detto canale carpale, è un canale osteo-fibroso situato nella regione palmare del polso; è un passaggio stretto e rigido costituito dal legamento e dalle ossa alla base della mano. Al suo interno passa il nervo mediano ed i nove tendini flessori delle dita che vanno dall’avambraccio alla mano. …

Tunnel carpale Leggi altro »

Tendine

Con il termine tendine ci si riferisce a quella struttura formata da insiemi di fibre (che permettono ai muscoli di fissare le proprie estremità ad un osso o alla pelle consentendo all’apparato contrattile di svolgere le sue funzioni) che ha il compito di “reggere” e “governare” l’energia cinetica espressa dalle strutture contrattili, i muscoli, e …

Tendine Leggi altro »

Apparato visivo

L’apparato visivo dei vertebrati è formato da due organi esterni pari e simmetrici posti nella regione anteriore della testa, gli occhi, considerati come un’appendice dell’encefalo, sia per derivazione embriologica, sia per una serie di correlazioni funzionali, come la capacità integrativa propria delle strutture nervose, che si ritrova a livello della retina. L’apparato visivo nel suo …

Apparato visivo Leggi altro »

Collagene

Il collagene (o collageno, o fibra collagene) è la principale proteina del tessuto connettivo negli animali. È la proteina più abbondante nei mammiferi (circa il 25% della massa proteica totale), rappresentando nell’uomo circa il 6% del peso corporeo. Le fibre collagene sono secrete dai fibroblasti e sono presenti nella maggior parte dei tessuti connettivi. Sono …

Collagene Leggi altro »

Tessuto osseo

Il tessuto osseo è una forma specializzata di tessuto connettivo, caratterizzata dalla mineralizzazione della matrice extracellulare, che conferisce al tessuto durezza e resistenza. Costituisce la maggior parte dello scheletro dei vertebrati. Ha funzione di sostegno, di protezione degli organi interni, di immagazzinamento di sali minerali. Gli elementi istologici del tessuto osseo sono: osteoblasti; osteociti; osteoclasti. Classificazione Il …

Tessuto osseo Leggi altro »

Sostanza fondamentale

Le cellule e le fibre del tessuto connettivo sono immerse in un liquido colloidale e vischioso amorfo denominato sostanza fondamentale o sostanza intercellulare amorfa. La sostanza fondamentale è una rete tridimensionale, più o meno fitta, formata da glicosaminoglicani (GAG), glicoproteine e aggregati di proteoglicani che hanno la capacità di legare acqua e di rendere così la matrice permeabile …

Sostanza fondamentale Leggi altro »

Macrofago

I macrofagi (noti anche come istiociti o istociti) sono cellule mononucleate tissutali che appartengono al sistema dei fagociti. Derivano dai monociti circolanti, hanno elevata mobilità e capacità fagocitaria. È stata riconosciuta una notevole varietà di elementi istologici (es. microglia, osteoclasti) distribuiti in diverse sedi dell’organismo, con uguale origine e proprietà funzionali dei macrofagi del tessuto …

Macrofago Leggi altro »

Condroclasto

I condroclasti sono grossi sincizi della famiglia dei monociti-macrofagi, con attività fagocitaria, deputati alla demolizione del tessuto cartilagineo. La cartilagine si forma con due diverse modalità di accrescimento: interstiziale e per apposizione. L’accrescimento interstiziale è quello che avviene all’interno della cartilagine, per divisione dei condroblasti e dei condrociti. L’accrescimeno per apposizione avviene dall’esterno verso l’interno …

Condroclasto Leggi altro »

Condrocita

I condrociti sono condroblasti circondati da matrice cartilaginea. Quelli più periferici hanno forma ovoidale, mentre quelli presenti nella parte più interna della cartilagine sono più rotondeggianti. I condrociti all’interno delle lacune formano piccoli gruppi (gruppi isogeni), derivanti dalla divisione di un unico condroblasto e continuano a dividersi e ad elaborare la matrice fino a quando, …

Condrocita Leggi altro »

Plasmacellula

Le plasmacellule derivano dai linfociti B (di cui sono considerate la forma matura ed attiva), sono cellule ovoidali o sferiche (diametro 10-20 µm nell’uomo), prive di prolungamenti, con citoplasma intensamente basofilo (abbondante reticolo endoplasmatico granulare); una piccola area citoplasmatica meno basofila, generalmente vicino al nucleo, rappresenta la regione dove sono localizzati l’apparato di Golgi ed …

Plasmacellula Leggi altro »

Tessuto muscolare

Il tessuto muscolare è specializzato nella contrazione. Si distinguono: il tessuto muscolare liscio (costituisce la componente contrattile dei visceri, della parete dei vasi, involontaria); il tessuto muscolare striato scheletrico (costituisce la muscolatura volontaria); il tessuto muscolare striato cardiaco (costituisce il muscolo cardiaco). Tessuto muscolare liscio Le fibrocellule muscolari lisce sono cellule di forma affusolata. Hanno …

Tessuto muscolare Leggi altro »