Polietere

Il polietere è un polimero sintetico derivato dalla polimerizzazione di un etere o un ossido organico; caratterizzati da legami -C-O-C-; comprendono le resine acetaliche, quelle epossidiche e le poliossolefine.

I polieteri sono utilizzati come materie plastiche per svariati impieghi tecnici, come ad esempio in odontoiatria per realizzare impronte.

Le schiume polietere sono usate per applicazioni tecniche come la filtrazione, l’isolamento termico, l’assorbimento acustico, le guarnizioni, l’imbottitura, il riempimento di cavità, eccetera. Vengono prodotti parecchi tipi di schiume polietere di varie densità, durezza, colori o proprietà specifiche (in particolare le varie proprietà di resistenza al fuoco). Queste schiume possono essere impiegate in presenza di forte umidità o con immersione in acqua, ma temono l’ossidazione provocata dall’esposizione alla luce solare (UV).

Related Articles

Fenossi-

Con il termine fenossi si indica quella tipologia di materie plastiche, resine termoindurenti, analoghe alle plastiche epossidiche ma di maggior peso molecolare. È inoltre usato come prefisso che…

Poliammide (PA o nylon)

Si dicono poliammidi quelle resine termoplastiche, policondensati diammine-acidi bicarbossilici o polimeri di caprolattami. Di elevatisima resistenza all’usura, non infiammabile, di notevole stabilità dimensionale e buona resistenza all’alterazione…

Polimero termoindurente

I polimeri termoindurenti (o resine termoindurenti o più semplicemente termoindurenti) rientrano nel gruppo delle materie plastiche; sono particolari polimeri che, dopo una fase iniziale di rammollimento dovute al riscaldamento, induriscono per…

Responses