Metallo

In Chimica, i metalli sono elementi chimici, che in condizioni standard si trovano tipicamente allo stato solido, ed in certi casi allo stato liquido (vedi: metallo liquido); possiedono proprietà fisiche, chimiche e meccaniche che li rendono particolarmente versatili in svariati campi di utilizzo, come ad esempio la conduzione elettrica e la conduzione termica, se lucidati sono capaci di riflettere la luce, possono essere fusi e lavorati con macchine utensili, sono insolubili in acqua, ossidabili ed attaccabili da acidi inorganici, eccetera.

Con l’espressione materiale metallico si fa riferimento ad un materiale che contiene metalli o leghe. Sono instabili allo stato puro.

Sono classificati in base alla loro densità in metalli pesanti e metalli leggeri (densità >5 g/cm3), alle caratteristiche d’impiego in metalli comuni (ferro, rame, piombo, zinco e stagno), metalli preziosi (oro, argento, platino, palladio e rodio), metalli speciali (magnesio, mercurio, cromo, nichel, manganese, sodio), al comportamento chimico-fisico in metalli alcalini (sodio e potassio), metalli alcalino-terrosi (calcio e bario), metalli del gruppo del rame (rame, argento e oro), metalli del gruppo del piombo (piombo e stagno), metalli del gruppo del ferro (ferro, nichel, cobalto e manganese).

Lascia un commento