Granulocita

Granulociti è il nome collettivo dato a tre tipi di globuli bianchi: neutrofili, eosinofili e basofili. Lo sviluppo di un granulocita può richiedere due settimane, ma questo tempo si riduce in presenza di infezioni batteriche.

GranulocitiIl midollo accumula una grossa riserva di granulociti maturi. Per ogni granulocita circolante nel sangue, ci possono essere da 50 a 100 cellule che aspettano nel midollo di essere liberate nel circolo sanguigno. Metà dei granulociti nel circolo sanguigno può essere disponibile per combattere un’infezione entro 7 ore dal momento in cui viene riconosciuta l’infezione
Una volta che un granulocita ha lasciato il sangue non vi torna più. Nei tessuti può sopravvivere circa 4-5 giorni a seconda delle condizioni che trova, mentre in circolo sopravvive solo poche ore.

Granulocita neutrofilo

I neutrofili sono i granulociti più comuni. Possono attaccare e distruggere i batteri e i virus.

Granulocita eosinofilo

Gli eosinofili sono coinvolti nella lotta contro molti tipi di infezioni parassitarie e contro larve e vermi e altri organismi. Sono coinvolti in qualche reazione allergica.

Granulocita basofilo

I basofili sono i meno comuni tra i globuli bianchi e rispondono a vari allergeni che causano la liberazione di istamina e di altre sostanze. Queste sostanze causano irritazione e infiammazione nei tessuti interessati. Il corpo riconosce l’irritazione/ infiammazione e dilata i vasi sanguigni permettendo ai fluidi di lasciare il sistema circolatorio ed entrare nei tessuti per cercare di diluire l’irritante. Questa reazione si osserva nella febbre da fieno, in alcune forme di asma, orticaria e, nella sua forma più severa, nello shock anafilattico.

Lascia un commento